ZEROWATERLOSS.WORLD
a vision for the future

Jürg Brand, Pascal Tschopp & team di gestione VONROLL HYDRO

La quantità d'acqua sul nostro pianeta è la stessa da quando si è formata e se l'uomo è fatto all’80% d’acqua, è quindi la stessa che ha iniziato a circolare nel processo evolutivo milioni di anni fa. La stessa acqua che era alla base della vita dei dinosauri e delle felci primordiali. A primo acchito, si potrebbe pensare che il capitolo ZEROWATERLOSS.WORLD sia concluso con la connessione tra l’essere umano e i dinosauri, questo a causa dell’acqua che con loro condividiamo. L’aspetto rilevante è invece il fatto che l’acqua è sempre e sempre sarà portatrice di vita. Prima o poi ci si chiederà da dove provengano i quattro quinti del nostro corpo, che percorsi abbia fatto prima di arrivare a noi e ci domanderemo anche se oltre alla disponibilità dell’acqua, sia anche di buona qualità e se abbia un prezzo congruo. E giusto che l’acqua di una piscina abbia lo stesso prezzo di quella che usiamo per cucinare o per fare la doccia?

Da anni VONROLL HYDRO si impegna nel dare risposte a queste domande ed è da questi presupposti che nasce la nostra missione ZEROWATERLOSS.WORLD che permette di creare le basi del rinnovamento della del gruppo VONROLL HYDRO. I produttori di componenti per l'approvvigionamento idrico vivono da tempo una situazione di mercato alquanto movimentata. Le prospettive a medio lungo termine non sono affatto migliori. Anche chi ha vissuto in una posizione di forza, vive ora in una situazione tutt’altro che stabile. Nomi noti sono stati acquistati da fondi di investimento o società come BKW, altri sono attualmente in fase di vendita o sfruttano il loro marchio europeo per sdoganare merce prodotta nei paesi asiatici. In questo modo cercano di superare la crisi d’identità con approcci tradizionali, quali il benchmark dei prodotti e l’economia di scala, ma non si concentrano sul fondamentale tema dell’acqua. VONROLL HYDRO ha compreso che il tubo migliore, l'idrante più innovativo, non sono fini a se stessi, ma fanno parte di un piano più grande, quello dell'approvvigionamento idrico sicuro e di qualità. E su questi principi che sono stati creati i fondamenti dell’industria delle infrastrutture ed è su di essi che si deve nuovamente focalizzare.

ZEROWATERLOSS.WORLD è una sfida globale. L’estate siccitosa del 2003 ha mostrato per la prima volta anche a paesi ricchi in acqua quali quelli europei, su quali labili fondamenta si basa la nostra qualità di vita. Sono passati degli anni da allora, sufficienti a dimenticare quanto successo, ma il 2018 ci ha nuovamente riportato ad una situazione analoga. In altri luoghi, si registra un progressivo calo del livello delle acque sotterranee, spesso unica fonte diretta di approvvigionamento idrico. A queste elementi son talvolta legati anche fattori macro-economici quali le migrazioni di massa. Oltre i cambiamenti climatici, la crescita demografica, i fattori legati ad un aumento generale del tenore di vita, il sovrasfruttamento e l'ignoranza nel suo uso sono le cause principali della generale penuria d'acqua. Le immagini delle barche in secca nel lago prosciugato di Aral colpiscono l’attenzione pubblica, ma essendo lontano da noi, oltre all’effetto mediatico, il problema non viene sentito come nostro. Dopo in un articolo del 9 Marzo apparso sulla NZZ, viene riportato un caso dell’Australia, che purtroppo ci sembra più vicino: ‘L'Australia sta lottando per le ultime gocce’, la storia del più grande sistema fluviale del continente che è minacciato dalle grandi aziende agricole.

Gli autori stessi hanno accertato più volte come in paesi dove l’approvvigionamento idrico è basato sulla produzione d’acqua potabile tramite impianti di desalinizzazione, più del 50% dell'acqua depurata viene persa nel tragitto tra l’impianto di potabilizzazione e il consumatore. Tuttavia, poiché le statistiche e i rapporti ufficiali sulle perdite d’acqua indicano generalmente indici inferiori al 10%-20%, non vengono adottate misure di miglioramento. 50%WATERLOSS risulta di una semplice rimozione.

In Svizzera, dove la gestione delle infrastrutture è controllata a livello locale, sembrerebbe che le cose vadano meglio. Questo grazie ad un adeguato prezzo dell’acqua e ai necessari interventi manutentivi. Però anche l’ordinaria gestione sino ad ora perpetrata ha i suoi limiti. Se ritorniamo a quanto successo nel 2003, dove venne chiesto di prosciugare i nostri bacini idrici per far fronte a catastrofiche conseguenze nella produzione agricola in Lombardia di quell’anno, ci accorgiamo che l’acqua è sfortunatamente un bene poco elastico: finché è disponibile i costi sono irrilevanti, quando manca, nascono conflitti. La prevenzione nell’evitare future indigenze di massa inizia oggi, attraverso il rispetto e una migliore gestione delle nostre vite e una più lungimirante e sostenibile gestione del bene acqua.

HYDROPORT e una base potente per realizzare una strategia ZEROWATERLOSS. L’applicativo Cloud per la gestione della manutenzione delle infrastrutture, della ricerca perdite e del monitoraggio dei parametri essenziali al controllo della rete idrica, è frutto delle competenze dei ingegneri VONROLL INFRATEC di Emmenbrücke e Cracovia. Con esso non vogliamo aprire una campagna di promozione/vendita dei prodotti VONROLL HYDRO, ma rendere ZEROWATERLOSS.WORLD una realtà mondiale. In primo piano il nostro impegno è quello di offrire un'acqua sempre più pulita e sicura come base integrante del nostro ecosistema, senza speculazioni sui profitti di un prodotto innovativo come HYDROPORT. Di conseguenza, anche HYDROPORT è aperto a tutti i prodotti in commercio. In paesi in cui la gestione dati via Cloud non è permessa, offriamo ai nostri clienti una soluzione stand-alone dove i dati sono gestiti a livello locale direttamente dal cliente.

ZEROWATERLOSS ha un prezzo, quello dell’impegno nel sostenere una scelta commerciale coerente con la scelta di prodotti sostenibili e di qualità. L’attuale politica commerciale dell’OMC, i vari accordi commerciali tra nazioni e regioni, vertono tutti a favorire soluzioni a basso costo e di conseguenza lo sviluppo di complesse catene logistiche e lunghe vie di trasporto. Necessitiamo una orientazione verso il valore fondamentale della qualità come contrappunto alla tentazione dei prezzi bassi.

Con ZEROWATERLOSS.WORLD ci impegniamo affinché anche le generazioni future possano disporre di acqua di buona qualità.

VONROLL HYDRO

The Wait for Water

Una visita di 3 minuti a Matt Damon su YouTube "The Wait for Water" vale la pena.

Zero Waterloss Blog

a cura di Marketing

“Crisi idrica” come conseguenza del cambiamento climatico? L’allarme degli ambientalisti

Gli ambientalisti invitano a cambiare mentalità ritenendo che la Germania stia attraversando una “crisi idrica” sulla scia del cambiamento climatico. Lanciano quindi un allarme, che non rimane inascoltato.

Leggi tutto...

a cura di Marketing

Giornata mondiale degli Oceani: da questo tombino ha inizio il mare

Oggi è la Giornata Mondiale degli Oceani e non posso fare a meno di ricordare un viaggio che ho avuto la fortuna di fare la scorsa estate. Ci siamo imbarcati con la nostra nave, la Speranza, come parte della spedizione da Polo a Polo di Greenpeace per ricercare e studiare la quantità di microplastiche presenti nel Mar dei Sargassi, nelle Isole delle Bermuda.

Leggi tutto...

a cura di Marketing

Giornata mondiale degli Oceani: l'offerta e la domanda di acqua sono disequilibrate

L'8 giugno si celebra la Giornata Mondiale degli Oceani. Una occorrenza il cui scopo è quello di riconoscere l'importanza degli oceani per tutte le specie come principale polmone del pianeta e che vuole favorire la conquista dell'equilibrio ecologico acquatico e terrestre. Thomas Trsan, ESG & Impact Analyst di Vontobel AM, ci racconta delle necessità di acqua da parte dell'umanità.

Leggi tutto...

a cura di Marketing

Il guasto di una conduttura lascia senz'acqua la zona di A Graña

A partire dalle prime ore del mattino, la zona di A Graña è rimasta senz'acqua a causa di un guasto alla rete idrica.

Leggi tutto...

a cura di Marketing

La scomparsa del ghiacciaio del Veleta: l'inizio della perdita di risorse idriche nella Sierra Nevada

I danni causati dal cambiamento climatico non lasciano nessuno indifferente. Il clima sta cambiando a passi da gigante: ormai si tratta di una realtà visibile a tutti. E il ghiacciaio del Veleta non fa eccezione. 

Leggi tutto...

a cura di Marketing

Livelli di contaminazione da pesticidi fino a 27 volte superiori al limite

I dati mostrano i punti in cui la concentrazione di pesticidi supera considerevolmente il limite consentito vigente. I critici puntano il dito contro l'inadempienza delle autorità.

Leggi tutto...

a cura di Marketing

La rottura di una tubatura a Manhattan crea un fiume su Broadway. Gravissimi ritardi della metropolitana.

Sfortunatamente, i guasti alla rete idrica rappresentano probabilmente il modo più eclatante in cui il pubblico interagisce con le infrastrutture dell'acqua potabile o delle acque reflue. Tra tutti i possibili incidenti, nessuno è più eclatante di quelli che si verificano nella città più grande del Paese.

Leggi tutto...

a cura di Marketing

Disastro ambientale nel fiume Besòs per un incendio in una industria chimica

L’incendio scoppiato in una fabbrica di Montornès ha reso necessario l'evacuazione del paese e i conseguenti rifiuti tossici hanno contaminato un affluente del fiume

Leggi tutto...

a cura di Marketing

Concessi tre anni di tempo ai comuni per ridurre le perdite di acqua nella rete

La Giunta ha previsto l'introduzione di un'imposta per le perdite che superano il 20% della fornitura

Leggi tutto...

a cura di Marketing

"Un odore nauseabondo che a malapena mi fa dormire"

Nei pressi dell'abitazione di Ulrich Siegenthaler a Muolen SG si è rotta una tubazione nella notte di sabato. Non si è trattato della prima volta. Il comune era a conoscenza del rischio.

Leggi tutto...

Newsletter ZERO WATERLOSS

Iscriviti qui per essere il primo a ricevere le ultime notizie di ZERO WATERLOSS.