40 milioni di litri di acqua potabile spariti: il comune relativizza

a cura di Marketing (0 commenti)

40 milioni di litri di acqua potabile spariti: il comune relativizza

A Tägerig molta acqua preziosa va persa durante il percorso fino al rubinetto – eppure anche altri comuni riconoscono il problema

Solitamente l’acqua potabile deve percorrere diversi chilometri prima di scorrere dai nostri rubinetti. Che lungo questo lungo percorso attraverso tubazioni sotterranee si verifichino perdite idriche è praticamente inevitabile.

Eppure le cifre sul comune di Tägerig rese pubbliche giovedì dal giornale regionale di SRF sollevano domande. Nello scorso anno 127 milioni di litri d’acqua avrebbero lasciato il bacino, ma ai consumatori sono arrivati effettivamente solo 87 milioni di litri. I restanti 40 milioni di litri, ossia un terzo della quantità totale originaria, sono spariti senza traccia. 13 milioni in più rispetto all’anno precedente.

Acqua potabile svizzera pura? Neanche per idea! Al suo interno da tempo si trovano persino pesticidi vietati

Il consigliere comunale competente Christian Vogel ha dichiarato a SRF: «40 milioni di litri finiscono nel Nirvana – questo è naturalmente molto spiacevole per l’approvvigionamento idrico». Non avrebbe una spiegazione per questa situazione, mostrandosi perplesso. «La nostra rete idrica è in condizioni molto buone. Questo naturalmente confonde. Dove va a finire allora l’acqua?». Esclude una grande perdita idrica, così come la presenza di ladri d’acqua.

I comuni rifanno i calcoli

Un giorno e un paio di titoli di prima pagina sui media dopo, il comune cerca di calmare le acque e di relativizzare le cifre. «Possiamo dare un segnale di parziale cessato allarme», ha dichiarato il segretario comunale Rolf Meier ad AZ. Il comune adesso parte dal presupposto che la perdita effettiva sia più profonda di quanto temuto. Questo perché nel caso specifico sono state messe a confronto due cifre rilevate in diversi periodi che pertanto non sarebbero comparabili 1:1.

Inoltre il comune prende le mosse dal fatto che lo scorso anno è stata consumata acqua che non è stata indicata nella misurazione. In che misura la perdita idrica effettiva di Tägerig sia peggiore, Meier non può ancora dirlo e fa riferimento a chiarimenti in corso. Il comune fornirà informazioni appena ci saranno risultati.

Anche in altri comuni l’acqua finisce dispersa lungo il percorso verso le case. In tutta la Svizzera si parla di 120 miliardi di litri all’anno. E secondo la Società Svizzera dell’Industria del Gas e delle Acque la perdita media di acqua di una fornitura d’acqua ammonta al 12-15%. Con il 17% Wohlen si è attestata leggermente sopra questo valore. «L’obiettivo è scendere sotto al 15%», afferma Giovanni Romeo, dirigente di IBW Technik AG. Sono sulla buona strada, perché un anno prima Wohlen aveva ancora valori molto peggiori. All’epoca, lungo i circa 100 km della rete di approvvigionamento, andava perso circa il 24% dell’acqua.

L’offensiva di riparazione di Wohlen

Questa grande perdita ha fatto sì che IBW si mettesse alla ricerca delle perdite d’acqua in modo più intensivo di prima. E le ha trovate. Nel 2018 l’impresa ha riparato 39 punti da cui prima l’acqua riusciva a fuoriuscire; si tratta di dieci riparazioni in più rispetto all’anno precedente. A questo vuole riallacciarsi IBW, e Romeo rimarca: «La ricerca delle perdite idriche può essere paragonata a cercare di un ago nel pagliaio.

Oltre ad una vasta esperienza serve anche molta fortuna». Per ridurre la quota di fortuna sono stati installati 180 microfoni speciali disseminati lungo l’intero sistema delle tubazioni. Se il volume sonoro misurato aumenta improvvisamente, solitamente la responsabile è una perdita che spesso è dovuta all’età. «Non è insolito che una tubazione venga utilizzata per oltre 100 anni», afferma Romeo. Anche a Villmergen si è riusciti a ridurre considerevolmente la perdita, che nel 2010 ammontava al 18% mentre lo scorso anno solo al 7%.

Lungo i circa 50 chilometri di rete di alimentazione idrica di Muri va perso tra il 15% e il 20% dell’acqua potabile. La società idrica di Muri non ripara ogni perdita scoperta, come afferma il presidente Thomas Suter. «Se la fuoriuscita è minima, la perdita d’acqua è più economica rispetto ad una costosa riparazione», osserva. Questa costa sempre diverse migliaia di franchi. A Wohlen ciò nonostante viene riparata ogni perdita, come comunicato da Romeo di IBW. Da una prospettiva di economia aziendale, questo sarebbe presumibilmente falso, eppure: «L’acqua per noi ha un valore ideale elevato». (aargauerzeitung.ch)

Watson, 40 milioni di litri di acqua potabile spariti: il comune relativizza: https://www.watson.ch/!596757451?utm_source=mail&utm_medium=social-user&utm_campaign=watson-app-ios, consultazione il 28.06.2019.

Torna indietro