"Un odore nauseabondo che a malapena mi fa dormire"

a cura di Marketing (0 commenti)

Nei pressi dell'abitazione di Ulrich Siegenthaler a Muolen SG si è rotta una tubazione nella notte di sabato. Non si è trattato della prima volta. Il comune era a conoscenza del rischio.

"Non ci si può credere a tutto quello che è andato distrutto", ha affermato il 66enne Ulrich Siegenthaler. Nella notte di sabato, davanti alla sua abitazione a Muolen SG, è esplosa una tubatura dell'acqua. Nell'arco di due ore, circa 170.000 litri di acqua si sono riversati al piano terra della casa.

Il 66enne è stato svegliato dal rumore dei getti d'acqua, come ha riportato il «St. Galler Tagblatt». "Non è stato un bel risveglio. Non sai quello che devi fare in questi casi. Sei semplicemente impotente di fronte a queste masse di acqua", ha riferito a «20 Minuten».

250 bottiglie di vino imbevibili

Oltre alla sala relax, ai mobili e a un pianoforte, anche la collezione di vini non è stata risparmiata dalle masse di acqua. Secondo Siegenthaler, circa 250 bottiglie risultano imbevibili a causa di quanto accaduto. "Si tratta principalmente dell'Amarone, un vino che non è propriamente economico".

Ma il problema principale non è l'acqua. Molto peggio è il fango che è stato trasportato. "Mi hanno detto che ci vorranno anche due mesi prima che tutto venga pulito e disinfettato", ha affermato il 66enne. Il fango, ora asciutto, deve essere raschiato via, un'operazione alquanto faticosa. "A causa del fango, l'aria è permeata da un odore così nauseabondo che a malapena si riesce a dormire in casa". Il danno complessivo ammonta a oltre 100.000 franchi.

Pressione aumentata di tre bar

Non è la prima volta che si rompe una tubazione nei pressi dell'abitazione di Siegenthaler. Come scrive il «Tagblatt», la responsabilità dell'accaduto è da attribuirsi alla Wasserkorporation Muolen. L'azienda aveva infatti aumentato la pressione dell'acqua di circa tre bar. Questo perché le case che si trovano a una maggiore altitudine a Muolen avevano dei problemi con l'afflusso di acqua. "Nell'abitazione situata più in basso la pressione è stata aumentata a otto bar, in quella situata più in alto a sei bar", ha spiegato Beat Eigenmann, presidente della Wasserkorporation Muolen.

Tuttavia, il rischio associato a tale intervento per le tubazioni idriche più vecchie sarebbe stato noto. "Era solamente una questione di tempo prima che si rompesse una tubazione di una delle vecchie condutture", ha affermato Eigenmann. La maggior parte delle condutture risale agli Anni Settanta e Ottanta. Siegenthaler è chiaramente irritato da questa situazione, non ne era consapevole: "Sapevano tutti che la bomba ad orologeria stava ticchettando tranne me".

Il tubo difettoso è stato portato allo scoperto lunedì. Ora la conduttura verrà sostituita. Secondo Eigenmann, si sta comunque procedendo a modernizzare la rete idrica. I costi della nuova conduttura verranno sostenuti dal comune. Per quanto riguarda i danni all'abitazione, Siegenthaler dovrà provvedere a sue spese, ha aggiunto Eigenmann. Siegenthaler ha già informato la sua assicurazione. Ma non è ancora chiaro se questa si farà carico dei danni.

20minuten, "Un odore nauseabondo che a malapena mi fa dormire" ("Der üble Gestank lässt mich kaum noch schlafen"): https://www.20min.ch/schweiz/ostschweiz/story/-Dass-die-Zeitbombe-tickt-wussten-alle--ausser-ich--13353351, consultazione il 09.10.2019.

Torna indietro